Qi Gong significa:

Lavorazione o maestria (Gong), del respiro e dell'energia (Qi), attraverso delle tecniche specifiche: un'abilità che si sviluppa attraverso la pratica.

 

Il termine Qi Gong, senza specificarne il tipo e la scuola di appartenenza è generico (lavoro energetico) e può includerne varie tipologie anche molto differenti tra loro. Il Qi Gong proposto affonda le sue radici nelle tecniche di "Lunga Vita" e sviluppo delle qualità latenti (crescita personale e salute consapevole) della tradizione taoista Ling Bao Ming in seno alla scuola San Yi Quan.

Le tecniche proposte includono lo stile

Tao Yin Qi Gong e le Arti classiche del Tao

 

Tao Yin Qi Gong (tecniche di Nutrimento del Principio Vitale) è un lavoro energetico "dinamico" che si basa su tre aspetti principali,

Movimento, Respirazione e Sensazioni: movimento lento, fluido e preciso del corpo,

in sincronia con la respirazione, uniti all’ascolto delle sensazioni, dalle più grossolane alle sottili, in uno stato particolare di percezione, concentrazione e presenza.

Gli aspetti possono diventare cinque, integrando l'Intenzione e la Visualizzazione (o immaginazione).

Si utilizzano posture erette, sedute e sdraiate, sia dinamiche che statiche.

Le tecniche si basano sulla filosofia - psicofisiologia energetica taoista e i fondamenti di medicina tradizionale cinese.

 

La pratica è rivolta a persone di età, capacità motorie e stato di salute di vario genere: "la pratica si adatta al praticante".

 

In casi particolari o per esigenze personali si possono sviluppare dei programmi individuali personalizzati.

Con la pratica costante, si possono sviluppare le capacità di:

 

  • Risvegliare e accrescere la forza vitale e il sentire nel corpo
  • Gestire coscientemente l'energia psicofisica
  • Rinforzare la muscolatura profonda, quella che sostiene il corpo, allentando le tensioni croniche (corazze psicofisiche), migliorando la flessibilità corporea, la postura, la respirazione e l'umore
  • Armonizzare le emozioni, chiarificare la mente e l’intenzione
  • Agire centrati in modo efficace nella vita quotidiana in uno stato di presenza (stare nel qui e ora)
  • Nutrire il proprio percorso di autorealizzazione sapendo fluire nel cambiamento consapevole
  • Influire attivamente sulla propria salute psicofisica

 

'Nessuno ha il potere di renderci felici o infelici:
siamo noi stessi i soli responsabili della nostra felicità'.